Il Dipartimento per le Comunicazioni del Ministero dello Sviluppo Economico, in coordinamento con tutte le altre amministrazioni e soggetti istituzionali interessati – Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni e Garante per la Protezione dei Dati Personali – sta predisponendo lo schema di decreto legislativo che modifichi la legislazione nazionale di riferimento, sulla base della legge delega al Governo (Legge comunitaria 2010) attualmente in discussione al Parlamento.

Il nuovo pacchetto comunitario sulle comunicazioni elettroniche introduce diverse  modifiche  al quadro regolamentare esistente con l’obiettivo di:

  • Favorire lo sviluppo delle reti di nuova generazione (NGN)
  • Assicurare una gestione più efficiente dello spettro radio
  • Aumentare la sicurezza e riservatezza delle comunicazioni
  • Rafforzare i diritti degli utenti dei servizi di comunicazione elettronica
  • Realizzare un catasto delle infrastrutture di comunicazione del sottosuolo.

La consultazione pubblica che si è chiusa il 28 dicembre 2011 riguardava gli schemi di due decreti legislativi intesi a modificare, rispettivamente, il “Codice delle comunicazioni elettroniche” di cui al decreto legislativo 1 agosto 2003, n 259 e successive modificazioni e il “Codice per la protezione dei dati personali” di cui al decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 e successive modificazioni.

 

Be Sociable, Share!